- Bottiglie personalizzate. Acquista il tuo Vino con una etichetta personalizzata.

- Sei titolare di un'attività come un Ristorante, Pizzeria, Bar, Paninoteca, e vuoi mettere in risalto il tuo brand? 

- Vuoi fare un regalo personalizzato per la festa del papà, un compleanno, una laurea, un matrimonio?

 

 È Semplice! Crea e acquista le tue bottiglie personalizzate secondo le tue esigenze

 

Lasciaci i tuoi dati, ti contatteremo noi.

e85954_16f8a80730f3478393c6a1a74fa4bd1f_mv2 - modificata

Cantina Virelli 

Via Magellano, 19

88842 Cutro (KR)

Tel. +39 3315259284

email: vinoilputtino@gmail.com


facebook
instagram

La nostra storia



Nella metà del 1500, un illustre antenato della famiglia Virelli, esperto vinificatore di nome Luigi, condivideva una passione unica con il leggendario campione degli scacchi, Leonardo Di Bona, noto come "il Puttino". Luigi, maestro nell'arte della vinificazione, comprendeva il valore del vino non solo come bevanda, ma anche come fonte di ispirazione e forza interiore.

Prima che Leonardo Di Bona partisse per la corte del re di Spagna, Filippo II, per affrontare una sfida epica contro il confessore del re, monsignor López, Luigi, in segno di amicizia e supporto, decise di compiere un gesto significativo. Prima della partenza di Leonardo, gli donò generosamente due giare del suo pregiato vino, un omaggio sincero per accompagnarlo nel suo viaggio verso la Spagna.

La notte prima della grande sfida, Leonardo aprì una delle giare di Luigi, immergendosi nei profumi e nei sapori avvolgenti del vino pregiato. Quella sera, il vino Virelli si rivelò non solo un piacere per il palato, ma anche uno stimolo per la mente brillante di Leonardo. Immerso nella magia della serata e guidato dalle ispirazioni scaturite dal vino, Leonardo adattò una tattica vincente che lo avrebbe portato al trionfo il giorno successivo.

La sfida contro monsignor López fu avvincente, e Leonardo Di Bona emerse vincitore con un punteggio di 3 a 2. La notizia della sua vittoria raggiunse le orecchie del re Filippo II, il quale, impressionato dalle abilità di Leonardo, lo riempì di doni e onori in segno di riconoscenza.

Questa leggenda dell'amicizia tra Luigi Virelli, il vinificatore, e il campione degli scacchi Leonardo Di Bona si tramandò attraverso le generazioni della famiglia Virelli, diventando un racconto che simboleggia la connessione tra l'arte della vinificazione e il gioco degli scacchi. In onore di questa affascinante storia, la famiglia decise di celebrare la propria eredità vinicola con una linea di imbottigliamento speciale, dando vita al "Vino Calabro il Puttino" sotto la guida appassionata di Luigi Virelli. Questo vino straordinario unisce tradizione e innovazione, portando avanti l'eccellenza vinicola della famiglia Virelli, omaggiando il genio strategico di "il Puttino" e celebrando la passione condivisa per gli scacchi attraverso ogni sorso di questo vino memorabile. Questo impegno e dedizione contribuirono al successo continuo della Cantina Virelli. Il marchio prende il nome da Giovanni Leonardo Di Bona, noto anche col nome di Leonardo da Cutro e detto il Puttino (Cutro, 1542 – Bisignano, 1597).*

 


Nella metà del 1500, un illustre antenato della famiglia Virelli, esperto vinificatore e amico del leggendario campione degli scacchi Leonardo Di Bona, noto come "il Puttino", condivideva una connessione unica tra l'arte della vinificazione e la genialità degli scacchi. Questo antenato Virelli, un maestro nell'arte della vinificazione, riconosceva il valore del vino non solo come bevanda, ma anche come fonte di ispirazione e forza interiore.

Prima che Leonardo Di Bona partisse per la corte del re di Spagna, Filippo II, per affrontare una sfida epica contro il confessore del re, monsignor López, l'antenato Virelli decise di fare un gesto significativo in segno di amicizia e supporto. Prima della partenza di Leonardo, gli donò generosamente due giare del suo pregiato vino, un omaggio sincero per accompagnarlo nel suo viaggio verso la Spagna.

La notte prima della grande sfida, Leonardo aprì una delle giare del Virelli, immergendosi nei profumi e nei sapori avvolgenti del vino pregiato. Quella sera, il vino Virelli si rivelò non solo un piacere per il palato, ma anche uno stimolo per la mente brillante di Leonardo. Immerso nella magia della serata e guidato dalle ispirazioni scaturite dal vino, Leonardo adattò una tattica vincente che lo avrebbe portato al trionfo il giorno successivo.

La sfida contro monsignor López fu avvincente, e Leonardo Di Bona emerse vincitore con un punteggio di 3 a 2. La notizia della sua vittoria raggiunse le orecchie del re Filippo II, il quale, impressionato dalle abilità di Leonardo, lo riempì di doni e onori in segno di riconoscenza.

Questa leggenda dell'amicizia tra il Virelli vinificatore e il campione degli scacchi Leonardo Di Bona si tramandò attraverso le generazioni della famiglia Virelli, diventando un racconto che simboleggia la connessione tra l'arte della vinificazione e il gioco degli scacchi. In onore di questa affascinante storia, la famiglia decise di celebrare la propria eredità vinicola con una linea di imbottigliamento speciale, dando vita al "Vino Calabro il Puttino". Questo vino straordinario unisce tradizione e innovazione, portando avanti l'eccellenza vinicola della famiglia Virelli, omaggiando il genio strategico di "il Puttino" e celebrando la connessione tra due passioni uniche attraverso ogni sorso di questo vino memorabile.

img_20200111_170017.jpeg
Come creare un sito web con Flazio